Weekend a pois in Maremma: Visitare Grosseto e dintorni

Oggi, mi trovo a scrivere sul lungo lago d’Iseo e tra le onde del lago mi lascio cullare e trasportare allo scorso weekend. Un weekend insolito per me, tra natura e borghi maremmani. 
L’ultima mia volta in maremma risale a ben dieci anni fa, quando ero ancora una fanciulla e frequentavo le scuole medie e, ritornarci è stato come rivivere qualcosa che avevo lasciato a metà.

Avete preparato la macchina? E la valigia a pois? Tre due uno si parte.
Premetto che la scelta di questa destinazione è avvenuta un po’ per scherzo un po’ per sbaglio ma grazie alla comodità di aver trovato un appartamento che accetta animali  io e la mia family abbiamo deciso così di trascorrere il ponte del due giugno a Grosseto.
Ma cosa visitare o meglio cosa ho visitato?

Il primo giorno l’abbiamo dedicato alla città di Grosseto, una città molto piccola mi stupisco di Brescia ma, Grosseto è veramente formata un piccolo centro, grazioso ma piccolino.
Questo non implica però, che non vi sia nulla da visitare.
Grosseto è una deliziosa città situata nel cuore della maremma, circondata da mure medievali e rinascimentali che sono, dopo l’abbandono da Roselle  il sistema difensivo della città. Oltre a ciò assolutamente da visitare Piazza Dante e il Duomo di Grosseto nonché la cattedrale di San Lorenzo, una chiesa dai caratteri romantici grazie alla bicromia bianco-rosso riportato all’esterno. E se potete ritornateci di sera è davvero molto suggestiva con i suoi lampioni di luce fioca, i vicoletti shabby and chic e le piante che si arrampicano alle finestre sembra proprio di essere in un film vintage.

cattedrale san lorenzo grosseto duomo di grosseto #viaggiareapois piazza dante grosseto #viaggiareapois piazza dante grosseto #viaggiareapois

mura grosseto #viaggiareapois

Detto questo passiamo alla visita di due musei (sempre situati nel centro) uno il Museo Archeologico e d’arte della Maremma e uno il Museo di storia Naturale della Maremma. Entrambi sempre visitabili, il primo riguarda la storia della città e i beni archeologici come scavi e resti mentre il secondo riguarda più l’aspetto naturale ed è formato da un percorso che ripercorre i vari habitat degli animali.
Il Museo Archeologico d’Arte delle Maremma si trova  al Palazzo del Vecchio Tribunale in Piazza Baccarini 3, il biglietto interno costa 5€ e 2,5 € il ridotto ma trovate il resto delle informazioni QUI
Il museo della storia naturale della Maremma  invece, si trova in strada Corsini 5 e per altre informazioni cliccate QUI.

centro di grosseto #viaggiareapois

Dopo aver visitato e passeggiato per il centro vi consiglio di spostarsi prima al mare e poi nella natura.
La maremma è davvero una terra che ingloba qualsiasi settore quindi, alla domanda tu che tipo di turista sei? Non ti preoccupare troverai sempre qualcosa da fare in Maremma!
Per il mare, consiglio assolutamente di visitare il borgo di Castiglione della Pescaia. Se siete in auto parcheggiate al cimitero, ci sono molti posti auto, il parcheggio è gratuito e sopratutto se si percorre il paesino dall’alto si hanno delle viste davvero emozionanti. Perdetevi nei vicoletti, annusate il profumo dei fiori, coccolatevi nel profumo di mare come ho fatto io, perchè Castiglione è proprio da vivere.
Si parte quindi, da una piccola chiesetta vicino al cimitero fino ad arrivare alla spiaggia, questa può essere una giornata tipo per chi desidera una vacanza arte e mare.
Per tutte le informazioni trovo molto utile questo sito-blog  I LOVE CASTIGLIONE DELLA PESCAIA

turisti castiglione della pescaia #viaggiareapois

castiglione della pescaia porto  #viaggiareapois

castiglione della pescaia porta #viaggiareapois

castiglione della pescaia finestra #viaggiareapois

castiglione della pescaia vicoli #viaggiareapois

castiglione della pescaia vista #viaggiareapois

Per chi invece desidera solo mare-mare c’è la Marina di Grosseto. Personalmente non mi è piaciuta tantissimo l’ho trovata molto spoglia però tutto dipende dal viaggio che volete fare e in questo non ero di certo alla ricerca del mare.

certi giorni sto da dio altri mi ospita la madonna

Sul lato natura invece, assolutamente da visitare e percorrere lungo i suoi vasti sentieri è il Parco Naturale della Maremma o Parco dell’Uccellina. Inizialmente io e il parco non abbiamo avuto un gran feeling perchè io e la mia family volevamo visitarlo già il secondo giorno solo che, quando siamo arrivati (anche con la nostra cagnolina Grace) ci siamo sentiti dire “no qui i cani non possono entrare” quindi, arrabbiati e scoraggiati abbiamo optato per la visita di Castiglione della Pescaia e la visita del parco è stata rimandata ad un altro giorno lasciando per qualche ora Grace sola nell’appartamento in cui abbiamo soggiornato. Il ritorno infatti, mi ha portato però a fare pace con qualcosa di veramente spettacolare: la natura della maremma.

respirare parco della maremma #viaggiareapois

Premetto che per visitare il parco è consigliato ma praticamente obbligatorio indossare indumenti comodi da montagna e sopratutto scarpe da trekking  non fate come me che sono partita con le converse jeans e maglietta. Se volete solo fare il percorso pianeggiante che vi porta alla spiaggia ok, ma se volete immergervi in quello che è la natura maremmana da indossare assolutamente abiti sportivi.
Il parco prevede dodici percorsi di cui sei ( A1, A2, A3, A4, A5 e A6) partendo da Alberese, tre ( T1,T2 e T3)  partendo da Talamone, i percorsi C1 e C2 situati nella zona di Torre Bassa e il percorso A7 che parte da Marina di Grosseto.
Secondo voi io quale potevo scegliere? Ovviamente il percorso A2, il percorso delle Torri, un percorso tra storia e leggenda.
L’ingresso ha il costo di 10€ per gli adulti e 5€ per i bambini fino ai 12 anni ed il prezzo include la navetta che da Alberese porta all’ingresso del parco. Ad Alberese il parcheggio per camper, auto e pullman e completamente gratuito.
La prima torre che si incontra percorrendo il sentiero A2 è la Torre di Castel Marino, probabilmente una delle prime torri di avvistamento costiero all’interno della Maremma. La torre, che si differenzia dalle altre per la sua pianta quadrata priva di scarpa alla base, è avvolta dalla leggenda del signor CastelMarino. 
La leggenda narra che il signor CastelMarino non avendo nemici era solito lasciare incustodito il suo castello quando una notte dei briganti violarono il maniero e lo saccheggiarono. Scoperti, iniziarono a fuggire e nell’inseguimento furono costretti a lasciare il bottino. Tuttavia, non riuscirono a incombere in un destino atroce e precipitarono in un burrone. Il tesoro fu recuperato e distribuito ai poveri. Quando, sopratutto d’inverno soffia un forte vento si possono ancora udire i lamenti di quei briganti imprigionati dalle rocce.

torre di castel marino parco della maremma #viaggiareapois

Dopo la visita della Torre di Castel Marino, si scende nella pianura maremmana e dopo aver percorso alcuni passi tra ulivi  si risale verso un’altra torre cinquecentesca: la torre di Collelungo.
Anche dietro questa torre si cela una leggenda marina, la leggenda delle meduse di Alberese.
Si narra di Narba che amava sostare in riva ala mare senza però mettere mai il suo viso al sole, il quale incuriosito ed offeso allo stesso tempo, desiderava scorgerne i lineamenti. Giunse poi Libeccio ad aiutarlo, che soffiò così forte da sradicare le piante e far volare Narba in acqua.  Il sole non si impietosì e la lasciò sul fondo del mare, ma la luna che osservava ebbe pietà di lei. La fece affiorare dal fondo e le costruì una grande  ombrella per progettarla dal sole. Fu così che Narba divenne la Medusa della grande ombrella luminosa e opalescente. E da lei nacquero le meduse che vagano nel mare ceruleo di Alberese.

torre di collelungo #viaggiareapois

Ma dopo varie salite, dopo la stanchezza si arriva alla spiaggia, una spiaggia bianca, fine e pura dove ogni elemento non viene e non deve essere assolutamente spostato proprio per lasciare tutto nel loro ambiente naturale.
Il percorso A2 è lungo circa 7 chilometri, è di difficoltà media e prevede una durata di 2-3 ore.
Assolutamente consigliato anche per i bambini. 

mare alberese #viaggiareapois

Sempre nell’ambito archeologia e natura da visitare l’Area di Roselle, dove si trovano resti di un villaggio romano-imperiale in tutte le sue componenti. Se cercate un mix di natura e storia siete nel posto giusto. L’ingresso è gratuito la prima domenica del mese ( quindi se siete furbi fate come me, approfittatene) mentre solitamente il prezzo è di 4€ gli adulti e 2€ il ridotto, anche qui consigliato alle famiglie. 

roselle a pois #viaggiareapois

parco archeologico roselle #viaggiareapois

Passiamo invece, agli aspetti più pratici. Dove dormire e dove mangiare?
Grazie ad Homelidays ho trovato un appartamento a due passi dal centro di Grosseto, giusto per la mia famiglia e che accettasse la mia Grace. La casa spaziosa al punto giusto è composta da una camera matrimoniale con armadi, bagno con doccia e un salotto che si unisce alla cucina. Esternamente invece si trova una piccola lavanderia. L’appartamento è posto al secondo piano di un’abitazione e ci s arriva solo con l’utilizzo delle scale.
Non vi è un garage ma noi abbiamo sempre trovato il parcheggio per strada e non abbiamo mai avuto problemi. L’appartamento inoltre, è vicino alle vie del centro ( a piedi cinque minuti) a bar e negozi di alimentari.
Cosa mi è piaciuto di più? Il profumo del mattino, la bellezza di aprire le ante di legno e fare colazione tutti attorno ad un tavolo e i raggi del sole che illuminavano la stanza. Per questo devo ringraziare Gabriele per la sua disponibilità e gentilezza che potete contattare alla mail gabriele.bulletti@gmail.com.

camera appartamento grosseto #viaggiareapois bango appartamento grosseto #viaggiareapois

cucina appartamento grosseto #viaggiareapois sala appartamento grosseto #viaggiareapois

Se invece siete alla ricerca di qualche ristorantino tipico quello che è stato consigliato a me è il ristorante Gli Attortellati ma purtroppo non ho mai trovato posto (chissà come mai) mentre quello che ho provato io è Il Posto Accanto e l’osteria- vineria Da Romolo. Al Posto Accanto è presente una cucina prettamente di pesce ed un servizio impeccabile ( abbiamo pagato 80€ per tre primi due secondi due dolci, acqua vino e caffè) mentre alla vineria Da Romolo abbiamo assaggiato cibo tipico tra qui i ravioli maremmani ma il servizio era davvero scadente, nessun sorriso e molto sgarbati.

spaghetti mare al posto accanto #viaggiareapois

paccheri al posto accanto grosseto #viaggiareapois

gnocchetti al posto accanto grosseto #viaggiareapois

fritto misto al posto accanto grosseto #viaggiareapois

Credo di essere stata molto esaudiente ma per altri consigli ricordo che potete sempre scrivermi alla mail viaggiareapois@gmail.com o seguirmi sui miei profili social e… buon viaggio in Maremma!

 

#viaggiareapois

Seguimi sui social:

FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
Guarda i miei video su YOUTUBE 

logo

Sara Gaffurini

You May Also Like

3 comments

Reply

Ciao
Ho letto un tuo articolo sulla maremma che ho apprezzato .
Leggeremo’ anche gli altri blog.
Desidererei ricevere via mail i nuovi blog.
Grazie Gianfranco

Reply

Che scatti meravigliosi.. e quegli gnocchi? Della Maremma conosco poco, ma mi hai fatto venire voglia di conoscerla meglio!

Reply

Merita veramente una visita anche solo per un weekend.

Un bacio
Sara

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *