• Home
  • /
  • Italia
  • /
  • Prima volta a Roma: Cosa visitare in poco tempo, dove alloggiare e cosa mangiare.

Prima volta a Roma: Cosa visitare in poco tempo, dove alloggiare e cosa mangiare.

E’ passato quasi un mesetto dal mio weekend nella capitale, ma chi se la scorda più?
La mia prima volta Roma!
Sì, in 22 anni come dicono le mie amiche ho “girato il mondo” (cosa assolutamente non vera) ma non ero mai stata nell’immensa e splendida Roma.
E così ho voluto creare anche per i miei lettori un mini reportage di cosa visitare in un giorno o poco più con l’aggiunta di qualche consiglio culinario (che quello non guasta mai).

Ovviamente per visitare Roma bisogna scegliere un alloggio dove poter stare e guardate dove sono finita? In un delizioso hotel due stelle a conduzione famigliare “de Roma” proprio “de Roma” vicino alla stazione di Termini. L’ Hotel Maryelen mi ha accolto con una camera pulita, calorosa ed accogliente e uno staff gentilissimo e sempre pronto a darmi consigli. Avendo un  low budget ho dovuto optare per qualcosa di non troppo dispendioso ma nel prezzo di €23 a notte non è mancata neanche un abbondante colazione. Voto 10 e lode e da tornarci sicuramente, poi a 5 minuti effettivi a piedi se non di meno dalla stazione per chi arriva o torna con il treno.

Arriviamo ora al punto di questo post: Cosa visitare in poco tempo a Roma? E sopratutto cosa non perdersi assolutamente? 

Premetto che forse per il periodo in cui sono stata, feste finite no money, ho trovato Roma molto tranquilla, immensa ma per nulla caotica. Sì ammetto, c’era poca gente.
Sicuramente per visitare Roma consiglio innanzitutto di munirsi di una mappa e un biglietto giornaliero per mezzi e metro così da potersi spostare in tutta libertà con metro, autobus o tram.
Ho trovato Roma una città da girare molto bene anche a piedi, vedete insomma se la vostra autonomia ce la fa o preferite i mezzi di trasporto.
Se mi dovessero chiedere se dico Roma a cosa pensi?
Ovviamente al Colosseo, ecco è proprio da qui che voglio iniziare il mio itinerario.
Il Colosseo questo enorme anfiteatro romano dove un tempo veniva usato per spettacoli di gladiatori, oggi visitabile, e casa del dolce Romeo, er mejo del Colosseo ( che io ho provato a cercarlo ma sarò rimasto in Francia con duchessa e gattini…no no non amo i film Disney).
Da qui uno serie di scavi romani, resti e reperti di templi,colonne e archi che formano il Foro Romano, i Musei Capitolini e il Campidoglio, che giungono fino all’Altare della Patria o Vittoriano, altare disegnato dal bresciano Angelo Zanelli (fiera di questo) nel quale viene custodita la tomba del milite ignoto ossia un soldato sconosciuto che rappresenta tutti i morti della prima guerra mondiale.
Da qui saliamo verso il palazzo del Quirinale e arriviamo fino a Piazza di Spagna, che con la sua scalinata di ben 135 gradini chiamata Trinità dei Monti è la piazza più bella e rappresentativa di Roma. 

Colosseo

Foro Romano

 

Foro Romano

Altare della Patria

Altare della Patria

Piazza di Spagna

Qui ci possiamo soffermare per una bella pausa e  tra lo shopping sfrenato di Via Condotti e Via del corso  rimandare il resto del tour romano al giorno seguente.

Dopo una buona colazione, sì è pronti per ripartire al secondo tour de force per la città della lupa.
Da Piazza di Spagna quindi scendiamo verso la Fontana di Trevi, che con la sua maestosità ti farebbe venire voglia di restare ad osservarla per giorni interi, ho avuto solo io questa sensazione? Bella sì, ma non pensavo così. Ci spostiamo poi al Palazzo Montecitorio e Palazzo Chigi, ovviamente visitabili sono esternamente, fino a scendere e arrivare al Pantheon, che purtroppo non sono riuscita a visitare perché chiuso per una celebrazione all’esterno dell’edificio. Il Pantheon fu costruito nell’antichità come tempio per venerare le divinità presenti, passate e future.
Breve pausa e si riparte per Palazzo Madama che è proprio affianco a Piazza Navona.

 

Fontana di Trevi

Pantheon

Piazza Navona

Chiudiamo il capitolo Roma e ci dirigiamo verso il Vaticano.
Qualche scatto da Castel San’Angelo, dimora estiva del Papa per poi dirigersi a Piazza San Pietro che è raggiungibile o per Borgo Santo Spirito o per Via della Conciliazione.  I controlli per entrare sono tanti ma ne valgono veramente la pena, anche per la Basilica.
Tutto attorno i musei e i giardini Vaticani.

Vista dal Ponte Castel Sant’Angelo

Castel Sant’Angelo

 

San Pietro – Vaticano

Piazza San Pietro

Soffitto Basilica di San Pietro

 

Passiamo ora al lato food. Dove mangiare Romano?
Grazie a Tripadvisor sono finita alla Trattoria Vecchia Roma e che dire? Guardate le fotografie che parlano già loro. Carbonare, amatriciane, code alla vaccinara …più tipico di così.
Per la trattoria consiglio di prenotare con largo anticipo è sempre molto pieno.
Per chi cerca qualcosa di veloce o cibo da strada invece assolutamente da non perdere è il Pizzarium di Gabriele Bonci, super pizzaiolo di Roma che molto spesso troviamo anche in tv nella trasmissione ” La prova del cuoco” di Antonella Clerici e che fa delle pizze bomba con impasti di farine particolari e molto lievitate da rendere la pizza molto digeribile e leggera.

Carbonara

Amatriciana

#viaggiareapois
Seguimi sui social:

FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
Guarda i miei video su YOUTUBE

logo

Lascia un commento