Siviglia, bellezza andalusa, anima colorata e splendore spagnolo.
Ecco dove sono stata durante il ponte dell’Epifania.
Un volo acquistato ancora ad agosto e un ostello prenotato a settembre hanno portato il mio cuore qui e sì, me ne sono innamorata.
Soprattutto dei venti gradi giornalieri in confronto ai 3-4 del nord d’Italia.
Che dite? Avete preparato la valigia anche voi?

Oggi vi propongo una lista di cosa vedere tre giorni a Siviglia.

COSA VISITARE A SIVIGLIA IN POCHI GIORNI? 

1°GIORNO
– LA CATTEDRALE DI SIVIGLIA E LA GIRALDA
– IL PALAZZO DI ALCAZAR

2° GIORNO
– PIAZZA DI SPAGNA SIVIGLIA 
– PARCO MARIA LUISA
-MUSEO DI ARTE E COSTUMI POPLARE
– MUSEO ARCHEOLOGICO
– UNIVERSITA’ EX FABBRICA DI TABACCO

3° GIORNO
– EL ARENAL
– PLAZA DE TOROS 
– MERCADO DE LA LONJA 
– MUSEO DI FLAMENCO
– METROPOL PARASOL (DOVE VEDERE SIVIGLIA DALL’ALTO)


1°GIORNO

– LA CATTEDRALE DI SIVIGLIA E LA GIRALDA
– IL PALAZZO DI ALCAZAR

La Cattedrale di Siviglia e la Girlada.
Costruita circa nel 1400 dopo la demolizione di una moschea, la sua storia passa dal periodo gotico a quello rinascimentale fino ad arrivare al periodo neogotico, ecco perché è posizionata al terzo posto  come cattedrale gotica più grande al mondo dopo la basilica di San Pietro e Saint Paul a Londra. La cattedrale è composta da una navata centrale che unisce il coro con gli organi e l’altare.
All’interno della stessa si trova anche la tomba di Cristoforo Colombo, l’angolo del tesoro custodito in una piccola “cappella”, mentre da una piccola e nascosta porticina  si arriva fino alla torre di Giralda ad oggi ancora visitabile.
Armatevi di forza e fiato fino ad arrivare al 36° piano della Giralda dove potete godere di una vista spettacolare e se siete fortunati anche il suono delle campane.
Il costo è di 9 € INFORMAZIONI SUL SITO UFFICIALE www.catedraldesevilla.es/visita-culturale-2/

Facciata Cattedrale di Siviglia

Altare Cattedrale di Siviglia


Il palazzo di Alcazar.
Un palazzo emozionante sia per la storia che vi risiede sia per la sua costruzione, che risale inizialmente in periodo assediato da popolazioni orientali, come si legge sulla facciata principale in cui compare il nome di Allah. Passa poi al periodo cristiano- romano e andaluso ma credo personalmente che l’impronta maggiore sia quella araba. Mosaici colorati, decorazioni, arcate e soffitti in oro ornano ciò che una volta era il palazzo reale. Il tutto circondato da un enorme giardino in cui vi sono ancora oggi piccoli labirinti, quindi ecco che arriva la parte divertente della visita, entrare nel labirinto e non sapere se se ne uscirà vivi?!?
Costo : 9,5 €
Tutto da visitare a piedi anche perché sono monumenti una a fianco all’altra.
ANCHE QUI CONSULTA IL SITO UFFICIALE PER PREZZI E ORARI www.alcazarsevilla.org

CONSIGLIO PER ENTRAMBI LE ATTRAZIONI DI ACQUISTARE I BIGLIETTI ON-LINE PER EVITARE LUNGHE CODE E ATTESE, RICORDATEVI CHE SE VIAGGIATE CON BAMBINI DI ACQUISTARE BIGLIETTI RIDOTTI SE NON GRATUITI!!

Consiglio poi la mattina il Palazzo di Alcazar perché è meno affollato e il pomeriggio la Cattedrale, FATE ATTENZIONE ALLE CARTOMANTI NELLA PIAZZA!

2° GIORNO
– PIAZZA DI SPAGNA SIVIGLIA 
– PARCO MARIA LUISA
– MUSEO DI ARTE E COSTUMI POPLARE
– MUSEO ARCHEOLOGICO
– UNIVERSITA’ EX FABBRICA DI TABACCO

Il vento mi porta verso Piazza di Spagna, una meravigliosa piazza a mezzo cerchio che si affaccia su un immenso parco, il Parco di Maria Luisa, in cui l’ingresso è gratuito. Progettata da una iberoamericana la forma rappresenta  l’abbraccio della spagna e delle sue colonie mentre il fiume  che la circonda  simboleggia la strada da seguire per l’America e appunto la scoperta-conquista di nuove colonie.

Colori, mosaici, marmo e ceramica dipingono questa meravigliosa piazza dallo stile rinascimentale e barocco che è molto  visibile nelle torri. Attorno alla piazza vi è un canale che, a pagamento, è possibile navigare attraversando i quattro ponti che rappresentano i quattro antichi regni di Spagna. Inoltre la forma semicircolare è formata da “panchine” composte da piastrelle o mosaici dipinti rappresentanti le antiche dinastie delle città iberiche.



All’interno salendo le scalinate vi è un museo militare gratuito molto grande e molto bello, soprattutto per gli amanti della storia in particolare le guerre antiche. E se siete fortunati molti artisti di flamenco si esibiscono in questa piazza creando un’atmosfera suggestiva ( di solito in tarda mattinata). 

Spostandosi poco più lontano l’immenso parco collega la piazza con il museo di arte e costumi popolari e un museo archeologico che sono gratuiti per le persone residenti alla Comunità Europea.

Inoltre, a fianco a Piazza di Spagna, troviamo ad ora l’Università ex fabbrica di tabacco anch’essa molto caratteristica e visitabile.

3° GIORNO
– EL ARENAL
– PLAZA DE TOROS 
– MERCADO DE LA LONJA 
– MUSEO DI FLAMENCO
– METROPOL PARASOL (DOVE VEDERE SIVIGLIA DALL’ALTO)

In questi giorni vi ho parlato del centro di Siviglia della parte più ad est,  mentre ora vi voglio parlare della zona più ad ovest come la Zona El Arenal, Plaza de Toro e il mercato.

Cominciando dalla via principale da dove parte il tram e vi sono molti fast food e Starbucks, proseguite verso il mare e arriverete la Torre Dell’Oro, un antica torre di mare.

Proseguendo sempre sulla riva del fiume, che fa da panorama molto artistico con tutte le casette colorate arrivate, a Plaza de Toro. Il costo di entrata è di 7 € che include una guida di circa uno ora in cui vi è una spiegazione in lingua spagnola ed inglese di come avvengono le corride.
Ogni anno da marzo-aprile fino ad ottobre in Plaza de Toro si sviluppa la corrida, all’interno di una arena che può sostenere massimo un pubblico di 12.000 persone. In sunto ciò che avviene all’interno si focalizza su quello che deve fare il torero con la sua equipe ossia uccidere il toro nel punto giusto (poco più sopra la 4 vertebre).
Tutto questo viene visionato dalla famiglia reale e dal settore politico che giudicano la performance del torero.
Se questo non avviene non vi è nessun trofeo.
Il costo di  una corrida varia dai  27 € fino ad arrivare a 130 €. La durata è di circa due ore e mezza nella quale si suddivide la corrida in 3 fasi : la prima la parte a cavallo, la seconda del puntare la punta tra le vertebre e l’ultima quella più spettacolare con il famoso “telo rosso”.

Ultima tappa, quella più suggestiva e tradizionale, il Museo di Flamenco, dove nel primo piano tutta la storia del flamenco, mentre nel piano superiore e sotto terra sono esposte a rotazione mostre inerenti al famoso ballo tipico spagnolo.
amanti dei pois? Ecco al museo di Flamenco tra quadri e vestiti vi innamorereste di tutto ma proprio tutto!
Se volete vedere spettacoli di Flamenco a Siviglia, tanti ristoranti organizzano cene con balli e spettacoli di Flamenco fra le varie portate oppure potete assistere ad altre esibizioni sei seguenti teatri
– TABLAO FLAMENCO LOS GALLOS
– TABLAO FLAMENCO EL ARENAL 
– CASA DE LA GUITARRA
– LA CARBONERìA

BALLI DI FLAMENCO A SIVIGLIA GRATIS? Se siete fortunati passeggiando tra la città troverete tanti ballerini di strada che intrattengono i turisti con balli e canti tipici andalusi. 

Ballerina di Flamenco

Nacchere – Museo di Flamenco

Scarpe a pois di Flamenco

In questa giornata è stato molto suggestivo mangiare al Mercado Lonja, il mercato tipico di Siviglia dove sono presenti molteplici “cucine” ognuna differente dall’altra, dove poter mangiare qualcosa di veramente tipico come il Jamon iberico o la Paella. Questo può essere un buon punto d’incontro per diversi palati.

p.S. Siviglia dall’alto?
No problem. C’è Metropol Parasol, il biglietto include l’entrata ed una bevanda a scelta tra birra o acqua in uno dei bar selezionati che trovate al pian terreno e che circondano questa meravigliosa struttura di architettura moderna.

Vista di Siviglia dal Metropol Parasol

DOVE DORMIRE A SIVIGLIA?

– BOUTIKE HOSTEL (Se preferisci un ostello)
– PETIT PALACE HOTEL SANTA CRUZ (Se preferisci un hotel)

OSTELLO CARINO A SIVIGLIA?  IL BOUTIKE HOSTEL 
Siete alla ricerca di un posto dove soggiornare a Siviglia? Non avete troppe pretese in centro città? Grazie a booking.com ho scovato il Boutike Hostel, questo ostello molto carino proprio nel centro di Siviglia a due passi da molteplici attrazioni.

L’ostello dall’esterno non mostra molto e ammetto che non sembra un gran che ma come si dice a volte l’apparenza inganna giusto? Infatti aprendo la porta d’ingresso mi è sembrato di aprire la porta di un parco giochi.
Un ambiente caldo, illuminato e accogliente mi attendeva già nella hall dove è presente la reception e la sala colazione. Il personale molto gentile e preparato che ci ha fornito gratuitamente la mappa della città e alcune informazioni utili per visitarla.
La stanza che avevo prenotato era una stanza doppia con bagno privato. Essenzialità, semplicità e spaziosità sono i caratteri che ho evidenziato per la mia camera. Il bagno semplice con doccia. 
Una cosa meravigliosa è la terrazza sopra l’ostello con vista della città. 
La colazione comprendeva come bevande caffè cappuccino, e te caldo mentre, da mangiare crepes, waffle, brioches e molto altro tutto self service.
P.S. Presenti nella hall dell’ostello due mini pc per uso degli ospiti
PREZZO: €30  a notte a persona con colazione

Camera Doppia Boutike Hostel

HOTEL IN CENTRO A SIVIGLIA? IL PETIT PALACE HOTEL SANTA CRUZ
Ammetto di essere amante della catena di Hotel Petit Palace, che sono una catena di hotel spagnoli e coì durante la mia seconda volta a Siviglia ho scelto di soggiornare in uno dei Petit Palace a Siviglia: l’hotel santa Cruz 4*.  
L’Hotel si trova a dieci minuti a piedi dal centro, in una zona tranquilla e silenziosa, le camere sono pulite ordinate minimal ma molto spaziose.
Ecco ammetto di aver odiato la vasca al posto della doccia ma questi sono dettagli, mentre ho adorato la colazione c’era veramente di tutto e anche per intolleranti o vegetariani/vegani.
PREZZO: 50€ a notte a persona 

DOVE MANGIARE A SIVIGLIA? LEGGI QUI

Sicuramente non si può andare in Spagna senza aver mangiato:
– PAELLA
– PESCE
– TAPAS

COME ARRIVARE AL CENTRO DI SIVIGLIA DALL’ AEROPORTO?

Dall’aeroporto sicuramente il mezzo più economico è il pullman, la linea EA collega l’aeroporto con la città di Siviglia. Il biglietto costa 4€ solo andata  e 6€ andata e ritorno in giornata se visitate la città in meno di venti quattro ore. Qui sotto riportare gli orari del bus e tutte le informazioni utili.

Se invece volete prendere un taxi la corsa dall’aeroporto di Siviglia al centro della città e viceversa costa circa 15-20€ per la durata di 15-17 minuti.

Orari e costi pullman dall’aeroporto di Siviglia al centro

CLIMA A SIVIGLIA?

Allora il clima a Siviglia è sempre mite e abbastanza caldo.
Io come dicevo all’inizio ci sono stata all’inizio di gennaio e c’erano 20 gradi e giravo con un giubbetto di pelle.
Mio padre c’è stato a dicembre e anche lui passeggiava tranquillamente con una felpa.
Quindi sia in inverno che estate portate felpe e giubbini leggeri.

#viaggiareapois
Seguimi sui social:

FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
Guarda i miei video su YOUTUBE

logo