“Da queste parti abbiamo un Bianco così intenso – il cosiddetto “Bianco Puglia” – che ogni persona che passa a farci visita, dopo un paio di giorni, ha gli occhi colorati di meraviglia.” 

Oggi sono a raccontarvi di un tour on the road tra bellissimi borghi e città suggestive della Puglia.
Non è la mia prima volta in Puglia, da piccola solitamente passavo le mie vacanze estive sulla costa del Gargano ma ora, sto per parlarvi di un viaggio più culturale che da “vita di mare”, un itinerario on the road tra la Valle d’Itria e la Valle dell’Ofanto.

Sogni di dormire in un trullo?  Sogni di mangiare enormi piatti di orecchiette alle cime di rapa? Sogni di assaggiare la famosa burrata di Andria?
Tutto questo lo puoi trovare in un viaggio in Puglia.

La Puglia è il tacco della nostra amata Italia ed è quella regione dalle mille risorse dove si può fare e trovare veramente di tutto.
È quella regione da poter visitare 365 giorni l’anno grazie al suo clima mite, i centri storici mozzafiato, i siti UNESCO e ai suoi notevoli Borghi più belli d’Italia.

Ecco quindi un itinerario completo di quattro giorni in Puglia in auto, quella Puglia raccontata anche dai film di Checco Zalone in “Che bella giornata” e “Cado dalle nubi” o nelle commedie romantiche “Io che amo solo te” e “La Cena di Natale” dirette da Marco Ponti e ambientate tra Polignano, Monopoli e Martina Franca. 

ITINERARIO PUGLIA ON THE ROAD

1° GIORNO
– CISTERNINO
– LOCOROTONDO
– ALBEROBELLO

2° GIORNO
– MONOPOLI
– POLIGNANO A MARE
– BARI

3° GIORNO
– BARLETTA ( CON ESPERIENZA DI PRODUZIONE DELLA BURRATA IN UN CASEIFICIO)
– CASTEL DEL MONTE
– GROTTE DI CASTELLANA

4° GIORNO
– OSTUNI

COSA VISITARE IN QUATTRO GIORNI IN PUGLIA? 

1° GIORNO
– CISTERNINO
– LOCOROTONDO
– ALBEROBELLO


Il primo giorno in base all’orario del vostro arrivo vi raccomando di stare nelle vicinanze della struttura in cui soggiornate (e per questo vi consiglio di dormire a Cisternino).
Il vostro itinerario inizierà da tre piccoli comuni classificati come “I borghi più belli d’Italia”. 
Casette bianche, trulli e ulivi questi sono tre caratteristiche che accomunano la zona di Cisternino, Locorotondo e Alberobello.



Un primo giorno che non vi farà muovere tantissimo ( 30 km massimo un ora e mezza di auto andata e ritorno) se siete stanchi dal viaggio, calcolate che come riportavo sopra questo è tutto questo viaggio in Puglia è un itinerario OnTheRoad quindi bisognerà sempre muoversi in auto.

Alberobello sarà ormai famoso e storico per i suoi trulli ma il borgo che più mi ha colpito è Cisternino, qui le viuzze sussurrano parole d’amore, l’amore pugliese. Il paese è molto tranquillo e meno turistico, ci si perde nelle strade che profumano di carne alla brace, tra le case da fotografare e l’accoglienza del sud. Da vedere a Cisterino la Piazza dell’Orologio.

Dove vedere Alberobello dall’alto? Dalla terrazza Balconata di Santa Lucia.



2° GIORNO

– MONOPOLI
– POLIGNANO A MARE
– BARI

Andare in Puglia senza vedere il mare, senza sentire il rumore delle onde, senza sentire il vento che ti accarezza i capelli? Assolutamente no!
Anche se questo è un tour più da scoperta e non da “vita da spiaggia” il secondo giorno è fatto per respirare il mare, vivere quei centri abitati arroccati su acque turchesi che creano uno scenario da film.

Assolutamente da non perdere Polignano a Mare è la famosa spiaggia di Lama Bonachile che è possibile fotografare dal Ponte borbonico sopra la spiaggia stessa oppure dal Bastione di Santo Stefano. Polignano è poesia, sui muri, in tante scalinate, sulle porte troverete poesie o scritte legate ai temi dell’amicizia, dell’amore e del mare. Qui consiglio di non perdere la statua dedicata a Domenico Modugno e una bella passeggiata dal punto panoramico di Largo Ardito.





3° GIORNO
– BARLETTA ( CON ESPERIENZA DI PRODUZIONE DELLA BURRATA IN UN CASEIFICIO)
– CASTEL DEL MONTE
– GROTTE DI CASTELLANA

Terzo giorno levataccia perché si parte per Andria o Barletta per una mattinata con Puglia Taste and Culture per un esperienza pugliese al 100% ossia preparare la burrata in un caseificio!

Vi consiglio assolutamente questa esperienza per vivere un momento a stretto contatto con il territorio, con le persone locali e per apprendere il più possibile sul mondo dei prodotti pugliesi. 

Questo vi tratterrà per l’intera mattinata e sicuramente tra i vari assaggi di mozzarella, bocconcini, trecce, burrata e stracciatella sarete sazi e bypasserete il pranzo per continuare le visite del pomeriggio.



La prima tappa pomeridiana è Castel del Monte, il castello che è raffigurato dietro la moneta da un centesimo. Si narrano tante leggende su questo castello dall’utilizzo per la caccia all’astrologia a storie di fantasmi e prigionieri ma ancora ad oggi qualsiasi storia non è affermata dagli studiosi.

Seconda tappa, le Grotte di Castellana, cavità profonde più di 70 metri dove purtroppo non è possibile scattare fotografie ma che consiglio vivamente per essere tipiche nella zona.
COSTO INGRESSO CASTEL DEL MONTE: 10€ SENZA GUIDA ( Secondo me non ne vale la pena l’ingresso)
COSTO INGRESSO GROTTE DI CASTELLANA: 16€ ITINERARIO COMPLETO CON GUIDA ( Io valuterei più questo ingresso anche se più costoso, le guide sono molto formate e il costo del biglietto ne vale la visita)




4° GIORNO
– OSTUNI

Ultimo giorno, prima del rientro bisogna fare un salto ad Ostuni la “Città Bianca”. 
Assolutamente da visitare la Concattedrale, Piazza della Libertà e l’Arco Scappa che apre le porte a tutto il centro storico. 

Una bella passeggiata, una focaccia con pomodorini e freschi e via che si riparte verso casa.
Dove si trova la casa con la porta blu e verde a Ostuni? In via Brancasi. 

Ciao Ciao Puglia




COSA MANGIARE IN PUGLIA?

– ORECCHIETTE ALLE CIME DI RAPA
– BURRATA
– STRACCIATELLA
– TARALLI
– OLIO EVO

DOVE MANGIARE A CISTERNINO E DINTORNI PRODOTTI TIPICI PUGLIESI? 

– OSTERIA BELLA ITALIA (Cisternino) 
– MEZZOFANTI (Cisternino) 
– FUOCO VIVO ( Cisternino) 
– PANIFICIO FARINA ( Ostuni) 


OSTERIA BELLA ITALIA (Cisternino)

Assolutamente la più quotata fra la lista, un ristorante particolare molto chic ma con piatti della tradizione e altri rivisitati. Da provare l’antipasto tipico della casa, le orecchiette alle cime di rapa e i gnocchi noci e gorgonzola.
Prezzo a persona 40-45€


FUOCO VIVO ( Cisternino)
Per una buona pizza d’asporto.
Per esempio la prima sera eravamo stanchissimi, non avevamo voglia di spadellare ne tanto meno di uscire infighettati quindi abbiamo ordinato delle pizze d’asporto e in poco meno di venti minuti erano pronte.
Prezzo 5-10€

MEZZOFANTI (Cisternino)
Un’altro ristorante stravagante ma con portate ottime! Assolutamente da non farsi mancare spaghetti cacio e pepe e gamberoni e come dolce il tortino con il cuore di cioccolato!
Prezzo 30-40€


PANIFICIO FARINA ( Ostuni) 
Per un pranzo easy prima del rientro a casa vi consiglio Panificio Farina, fa ottimi tranci di pizza e focacce.
È una forneria molto spartana ma buona! 

Prezzo 5-10€ 

ESPERIENZE DA NON PERDERE IN PUGLIA?

– PREPARARE LE ORECCHIETTE DI PASTA FRESCA
– PREPARATE IN UN CASEIFICIO LA BURRATA 

Per queste esperienze affidatevi a Puglia Taste and Culture nel loro sito www.pugliatasteandculture.com potrete vedere tutte le loro iniziative in merito a percorsi culturali ed enogastronomici sul territorio pugliese.
Ottimo il rapporto qualità-prezzo dei tour che offrono.

Io mi sono trovata molto bene, ho deciso all’ultimo minuto con gli amici con cui ero in viaggio di prendere parte ad un’esperienza culinaria e i ragazzi di questa realtà turistica hanno risposto in modo celere alla mia richiesta e sono stati carinissimi ad accompagnarci anche se eravamo poche persone e stare con noi durante tutta la dimostrazione.

Io sono stata nel Caseificio La Bontà del Latte di Michele a Barletta che anche se un caseificio piccolo e in centro città è stata una bellissima esperienza sopratutto molto formativa visto che Michele è molto preparato sul settore ed è uno dei pochi che ancora utilizza il latte pugliese.

DOVE DORMIRE IN PUGLIA? DOVE DORMIRE A CISTERNINO? DOVE DORMIRE IN UN TRULLO IN PUGLIA? 

Come già dicevo nel primo giorno dell’itinerario consiglio di soggiornare a Cisternino perchè è un comune molto tranquillo pieno di masserie in cui dormire ma soprattutto dove risiedono Bed & Breakfast a forma di trullo in cui soggiornare.
Io sono stata nel B&B Riposo del Vento, è un piccolo bed and breakfast – agriturismo composto da sei/sette trulli che sono piccoli appartamenti in cui dormire.

È un’oasi di pace e relax assoluto perché è un posto immerso nella natura in una zona “lontana” dal centro che gode di una piscina, animali con cui giocare (sopratutto per i più piccoli) e di una colazione casereccia fatta con i prodotti del territorio. 

Mi è piaciuto molto per la cordialità dei signori che gestiscono la struttura, per i tramonti che si possono ammirare sopra i trulli e per i trulli stessi che sono delle piccole case dotate di tutti i confort anche se arredate come la tradizione vuole che siano i trulli…molto rustici.
Assolutamente DA SEGNARE e lo consiglio sopratutto per le coppie o famiglie con bambini.


INFORMAZIONI UTILI PER QUATTRO GIORNI IN PUGLIA

Consiglio questo itinerario più in periodi di bassa stagione (aprile-maggio settembre-ottobre), io ci sono stata a fine ottobre e il tempo a parte il primo giorno di pioggia è stato bello, si girava tranquillamente in felpa al massimo un gubbino di pelle e di giorno c’erano quasi sempre 18-22 gradi.
Magari mettere in valigia qualcosa di pesante per la sera in cui si abbassa la temperatura ma per il giorno mettere anche qualche t-shirt e maglione leggero.

Ricordatevi di calcolare nelle spese benzina e pedaggi. 

Perché consiglio un itinerario in Puglia in bassa stagione?
Prima di tutto per non trovare tantissima gente e riuscire a visitare in modo rilassato ma sopratutto per parcheggiare gratuitamente in tutti i posti senza dover fare chilometri di strada, sopratutto a Cisternino e Locorotondo è facilissimo trovare parcheggio vicino il centro.

Inoltre, sarà molto più facile trovare un tavolo al ristorante in cui mangiare perché come dicevo prima c’è sicuramente meno gente rispetto a luglio e agosto, in tal caso se valutate periodi di alta stagione prenotate già da casa tutti i ristoranti o  almeno quelli per la cena così da non far attendere la fame. 

È rischioso fare un viaggio in Puglia in auto o camper? 
Rispetto alla Sicilia in cui sono pazzi a guidare, in Puglia sono molto più tranquilli quindi consiglierei a tutti un viaggio in auto o in camper se magari siete terrorizzati all’idea di un OnTheRoad, le strade sono molto belle e scorrevoli.

Booking.com

#viaggiareapois
Seguimi sui social:

FACEBOOK
TWITTER
INSTAGRAM
Guarda i miei video su YOUTUBE

logo